L'informazione comunitaria per la Lunigiana
Sondaggio PDF Stampa E-mail

Puoi dedicare qualche istante per partecipare all’indagine


"Quale tematica ritieni prioritaria per lo sviluppo della Lunigiana?"


Il tuo feedback è importante.


https://it.surveymonkey.com/r/6LX7LCJ




 
Progettiamo insieme la nuova SISL PDF Stampa E-mail

PSR 2014-2020

 

PROGETTIAMO INSIEME LA NUOVA STRATEGIA INTEGRATA PER LO SVILUPPO LOCALE  2014-2020  PER LA LUNIGIANA

Il GAL Consorzio Lunigiana presenterà la candidatura sulla Misura 19 del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Toscana e si accinge a definire la strategia e le azioni da intraprendere insieme agli attori del territorio attraverso il metodo partecipativo.

Il GAL Consorzio Lunigiana ha avviato la consultazione per definire la strategia di sviluppo Locale di tipo partecipato della Lunigiana che interessa l'area dei 14 Comuni : Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Pontremoli, Tresana, Villafranca in Lunigiana, Zeri.

PARTECIPA ALLA CONSULTAZIONE:

Puoi seguire il Percorso di definizione della Strategia di Sviluppo Locale anche sulla pagina Facebook appositamente ideata



I PROSSIMI EVENTI

INCONTRI DIVULGATIVI per la condivisione della Strategia di Sviluppo Locale emersa dalla fase della consultazione

  • Villafranca in Lunigiana – Venerdì 12 Febbraio 2016 h. 9:00 – 13:00

vedi tutto il calendario degli eventi della fase di consultazione - clicca qui




LO SPORTELLO INFORMATIVO

Contattaci per informazioni o  per programmare un appuntamento:

GAL Consorzio Lunigiana

Via Gandhi n. 8 – 54011 Aulla (MS)  
Tel – Fax 0187408046

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

web . www.gal-lunigiana.it

https://www.facebook.com/GAL-Consorzio-Lunigiana-327180420648950/?ref=ts&fref=ts



PER SAPERNE DI PIU'

Il  Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 della Regione Toscana consente di sostenere lo sviluppo delle aree rurali e il sistema agricolo regionale, attivando risorse pubbliche per 961 milioni di euro.

Il programma individua 6 priorità:

  1. Promuovere il trasferimento di conoscenze nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali;
  2. Potenziare la competitività dell'agricoltura in tutte le sue forme e la redditività delle aziende agricole;
  3. Incentivare l'organizzazione della filiera agroalimentare e la gestione dei rischi nel settore agricolo;
  4. Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi dipendenti dall'agricoltura e dalla silvicoltura;
  5. Incoraggiare l'uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale;
  6. Promuovere l'inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali;


La realizzazione delle priorità avviene attraverso l'attivazione di un mix di misure e interventi rivolti al raggiungimento degli obiettivi regionali, ovvero:
crescita della competitività del settore agricolo

  • sviluppo delle zone rurali
  • salvaguardia dell'ambiente e del paesaggio

Lo sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) - denominato sviluppo locale LEADER - è lo strumento previsto dalle norme comunitarie per promuovere la crescita economico-sociale di territori sub-regionali specifici in modo integrato e multisettoriale. Lo sviluppo locale Leader viene gestito da Gruppi di azione locale (GAL) mediante una strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo (SSL) elaborata sulla base dei bisogni e delle potenzialità locali con il coinvolgimento delle comunità interessate.

http://www.regione.toscana.it/psr-2014


 
Evento presentazione risultati progetto di Cooperazione PDF Stampa E-mail

Presentazioni risultati progetto di Cooperazione interterritoriale Misura 421:

“La Lunigiana che scorre sulle Vie Francigene”

“La Terra della Luna e l’Albero del Pane” 

Piazza dei Parchi Rometta 20 agosto ore 19,00

Il presidente  del GAL Lunigiana, Agostino Nino Folegnani aprirà l'evento di  presentazione dei risultati raggiunti nei progetti di cooperazione interterritoriale "Via Francigena e dintorni" e "le Vie del Castagno"  che si terrà il 20 agosto alle ore 19:00 presso la Piazza dei Parchi a Rometta  di Fivizzano.

I gruppi di azione locali partner dei progetti sono stati il GAL   Appennino Aretino, il GAL Leader Siena, il GAL Start ed il GAL Garfagnana Ambiente e Sviluppo.

In questi progetti di sviluppo delle risorse endogene sono stati protagonisti gli enti locali incrociandosi con imprese private che hanno dato luogo alle Oasi del Pellegrino da un lato e dall'altro a una nuova offerta turistica implementata di nuovi servizi ed opportunità.

All' evento sono invitati a partecipare le imprese, gli enti pubblici ed i cittadini, il cui miglioramento della qualità della vita, rimane l'obiettivo principale del GAL Lunigiana.

Dopo la presentazione dei risultati, seguiranno gli interventi dei partner pubblici e privati, al cui termine si aprirà una degustazione con prodotti tipici, allietata dalle musiche e canti di Bugelli.

Invito A

Invito B

Locandina

 
Adesioni al PIF della Lunigiana su filiera bosco, legno ed energia PDF Stampa E-mail

AVVISO

L'Azienda Agricola Ferrari Francesco, con sede in Fivizzano (MS), in Via Verdi n.91, facendo seguito agli incontri intercorsi nelle precedenti settimane, sta predisponendo in qualità di capofila, un progetto da presentarsi ai sensi del bando Progetti integrati di Filiera P.I.F – Annualità 2015, sul PSR 2014 2020 Regione Toscana, approvato con Decreto n°2359 del 26/05/2015 (BURT n°22/2015) e successive modifiche con decreto n°3582 del 30/07/2015, e decreto dirigenziale n. 4079 del 10/9/2015 riguardante la filiera del bosco, legno ed energia, che coinvolge tutte le fasi: produzione, trasformazione e commercializzazione. Tutte le sottomisure attivate nel PIF sono volte a:

  • sottomisura 3.1 “Partecipazione a regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”
  • sottomisura 3.2 “Attività di informazione e promozione”; ciascun progetto di filiera può comprendere non più di una domanda di aiuto afferente la sottomisura;
  • sottomisura 4.1 “Sostegno agli investimenti alle aziende agricole”: tipo di operazioni, 4.1.3 Partecipazione alla progettazione integrata da parte delle aziende agricole" e 4.1.5 "Incentivare il ricorso alle energie rinnovabili nelle aziende agricole";
  • sottomisura 4.2 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o lo sviluppo dei prodotti agricoli”;
  • sottomisura 6.4 “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole”: tipo di operazioni, 6.4.1 “Diversificazione delle aziende agricole” e 6.4.2 “Energia derivante da fonti rinnovabili nelle aziende agricole”;
  • sottomisura 8.6 “Sostegno a investimenti in tecnologie silvicole, trasformazione, mobilitazione, commercializzazione prodotti delle foreste”;
  • sottomisura 16.2 “Sostegno a progetti pilota e di cooperazione”.- supportare gli investimenti legati al miglioramento e all’ammodernamento delle attrezzature e delle strutture agricole;

Gli obiettivi del PIF sono riconducibili ad:

  • Creare un punto di stoccaggio e di approvvigionamento della filiera forestale al fine di avviare le attività di trasformazione legale principalmente alla paleria da lavoro e per ingegneria naturalistica, produzione di cippato, legna da ardere;
  • Diffondere ed incentivare la meccanizzazione nella filiera forestale di produzione al fine di favorire l’incremento produttivo e maggiore competitività del settore;
  • Certificare di qualità sulla provenienza di prodotto e valorizzazione di una risorse autoctona;
  • Favorire il consolidamento di buone pratiche di sostenibilità ambientale;
  • Creare un mercato in grado di alimentare gli impianti di teleriscaldamento e cogenerazione esistenti sul territorio.

Attraverso il raggiungimento di questi obiettivi il capofila intende superare le criticità individuate nel progetto PIF.
I vantaggi per le imprese aderenti al PIF sono riferibili alla possibilità di aderire ad un accordo di filiera.

Oltre a ciò i partecipanti al progetto PIF potranno richiedere contributi in conto capitale variabili tra il 40% e il 100% per gli investimenti che verranno inseriti in progetto.

I soggetti interessanti dovranno far pervenire al soggetto capofila la propria adesione al progetto, indicando le modalità di coinvolgimento nella filiera, l’investimento proposto e la spesa prevista, al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure fax 0187408046.

Tutti i soggetti interessati sono invitati a partecipare alla riunione plenaria convocata per il giorno Venerdì 23 ottobre 2015  alle ore 17:00 presso la sede del GAL Consorzio Lunigiana ad Aulla (MS) in via Gandhi n. 8 .

 
elenco bandi pubblicati SISL Lunigiana PDF Stampa E-mail

ELENCO BANDI

Misura 133 - Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentari; Approvato CdA del GAL n. 10 del 29/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 312a - Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese artigianali; Approvato CdA del GAL n. 09 del 07/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 312b - Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese commerciali; Approvato CdA del GAL n. 06 del 28/05/2010 - Pubblicato sul BURT  n° 26 del 30/06/2010 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 313b - Sviluppo delle attività turistiche; Approvato CdA del GAL n. 06 del 28/05/2010 - Pubblicato sul BURT  n° 26 del 30/06/2010 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 313Aa - Creazione di infrastrutture su piccola scala; Approvato CdA del GAL n. 06 del 28/05/2010 - Pubblicato sul BURT  n° 26 del 30/06/2010 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 321a - Reti di protezione sociale nelle zone rurali; Approvato CdA del GAL n. 10 del 29/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 321c - Strutture di approvvigionamento energetico con impiego di biomasse agro-forestali; Approvato CdA del GAL n. 09 del 07/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 322 - Sviluppo e rinnovamento dei villaggi; Approvato CdA del GAL n. 09 del 07/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 323b - Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale; Approvato CdA del GAL n. 09 del 07/10/2010 - Pubblicato sul BURT n° 46 parte III del 17/11/2010 supplemento n° 116 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 323a -Tutela e riqualificazione del patrimonio naturale; Approvato CdA del GAL n. 7 del 24/07/2012 - Pubblicato sul BURT n°– parte III del 01/08/2012 - 1° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 133 - Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentari; Approvato CdA del GAL n. 4 del 18/04/2012 - Pubblicato sul BURT n° 32 del 08/08/2012 Supplemento n° 115 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 312a - Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese artigianali; Approvato CdA del GAL n. 4 del 18/04/2012 - Pubblicato sul BURT n° 32 del 08/08/2012 Supplemento n° 115 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 312b - Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese commerciali; Approvato CdA del GAL n. 4 del 18/04/2012 - Pubblicato sul BURT  n° 32 del 08/08/2012 Supplemento n° 115 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 313b - Sviluppo delle attività turistiche; Approvato CdA del GAL n. 4 del 18/04/2012 - Pubblicato sul BURT  n° 32 del 08/08/2012 Supplemento n° 115 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 313Aa - Creazione di infrastrutture su piccola scala; Approvato CdA del GAL n. 8  in 14/09/2012 - Pubblicato sul BURT  n. 41 parte III - supplemento n. 134 del  10/10/2012 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 321a - Reti di protezione sociale nelle zone rurali; Approvato CdA del GAL n. 8  in 14/09/2012 - Pubblicato sul BURT n. 41 parte III - supplemento n. 134 del  10/10/2012 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 322 - Sviluppo e rinnovamento dei villaggi; Approvato CdA del GAL n. 8  in 14/09/2012 - Pubblicato sul BURT n. 41 parte III - supplemento n. 134 del  10/10/2012 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

Misura 323b - Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale; Approvato CdA del GAL n. 8  in 14/09/2012 - Pubblicato sul BURT n.41 parte III - supplemento n. 134 del  10/10/2012 - 2° fase di programmazione - Testo del bando;

 

Chi è online

 4 visitatori online